Situata nella piana del sele a circa 40 chilometri a sud del capoluogo della provincia (92 a sud di Napoli). La città fu fondata all'inizio del VII secolo a.C. da coloni Greci provenienti da Sybaris con il nome di Poseidonia.
In seguito all'invasione dei Sibariti, alcuni "esuli pestani" si rifugiarono nell'entroterra dando vita all'insediamento di Controne. Nel V secolo a.C. i Lucani, popolo italico di ceppo Sabellico, conquistarono la città e le diedero il nome di Paistom. Nel 273 a.C. divenne colonia romana di diritto latino con il nome di Paestum dopo che la città aveva parteggiato per il perdente, Pirro, nella guerra contro Roma agli inizi del III secolo a.C. La città rimase sempre sotto il dominio romano, ma iniziò ad entrare in declino fra il quarto ed il VII secolo, probabilmente a causa dei cambiamenti nel drenaggio che portarono all'impaludamento e al contemporaneo arrivo in Europa della malaria.

Dopo le distruzioni portate dai Saraceni nel IX secolo e dai Normanni nell'XI,il sito fu abbandonato durante il Medioevo, quando gli abitanti, allontanatisi,fondarono Capaccio.

Paestum

Particolarmente importanti sono i tre grandi templi, due di ordine dorico,
e uno di ordine dorico e ionico, che costituiscono alcuni dei migliori
esemplari di questi stili.

Home Page
Dintorni
Pompei
Reggia Caserta